NewsSpeciali

Dakar 2018 | Mini ci prova col buggy

By on gennaio 4th, 2018

Dopo anni di partecipazioni con le tradizionali John Cooper Works Rally, Mini si rilancia nella polvere della Dakar con la nuova Mini John Cooper Works Buggy. Un animale da deserto pronto a sfidare la Peugeot 3008 DKR.

Anche per la quarantesima edizione della Dakar si rinnova la grande sfida tra lo squadrone di Peugeot e quello di Mini. Mentre i francesi confermano la loro 3008 DKR, i tedeschi schierano per la prima volta la Mini John Cooper Works Buggy. Pur continuando a portare in gara anche le varianti a quattro ruote motrici, con le quali hanno vinto dal 2012 al 2015, da quest’anno il team Mini tenterà di vincere lo strapotere del team Peugeot con un’inedita Buggy.

Cuore a gasolio – La nuova arma di Mini per la Dakar 2018 è alimentata da un propulsore Diesel da 3 litri a sei cilindri sovralimentato tramite due turbocompressori, in grado di sviluppare 340 CV a 3.250 giri al minuto e ben 800 Nm di coppia già a partire da 1.850 giri. L’unità è la stessa in uso sulle Mini John Cooper Works Rally, ma a differenza di queste, sulle Buggy il cambio è un Xtrac a sei rapporti e la trazione è sulle sole ruote posteriori.

 

Più leggera e agile – Il vero vantaggio della Mini Buggy rispetto alla Mini Rally, sta principalmente nel peso. La variante a due ruote motrici ferma l’ago della bilancia a 1.700 kg, 150 kg in meno rispetto alla integrale. Il merito va principalmente al telaio di tipo tubolare e alla carrozzeria interamente realizzata in Kevlar e fibra di carbonio. Dunque, il peso ridotto, unito ad un passo di 3,1 metri, contro i 2,9 metri della Mini Rally, rendono la Buggy decisamente agile e precisa soprattutto nel misto veloce. Ma basterà questo a battere Peugeot, che da diversi anni ormai corre la Dakar con un buggy? La battaglia sarà serratissima. Anche perché le due squadre, oltre a mettere in campo due mezzi molto simili, si affideranno entrambi alle competenze di due rallysti: Loeb per Peugeot e Hirvonen per Mini. Non ci resta che aspettare il 6 dicembre per vedere chi avrà la meglio.

 

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT