News

Giannini 350GP4 | Quattro posti e 4×4

By on novembre 7th, 2017

Si chiama Giannini 350GP4 ed è la variante a quattro posti e a trazione integrale della esagerata Giannini 350GP. Sotto il cofano, lo stesso cuore dell’Alfa Romeo 4C, ma con ben 350 CV.

Dopo aver presentato la 350GP allo scorso Salone dell’Auto Parco Valentino, Giannini torna a far parlare di sé e a poca distanza dai festeggiamenti per i suoi primi 100 anni di storia presenta la nuovissima Giannini 350GP4. Se la prima realizzazione marchiata Giannini e firmata Gram Torino Engineering è balzata agli onori del la cronaca per il suo essere così estrema, con il motore posizionato al posto dei sedili posteriori, questa nuova 350GP4 non è da meno.

Il motore torna davanti – Pur tornando ad avere uno schema più tradizionale, la Giannini 350GP4 fa comunque di tutto per non passare inosservata. Il motore, infatti, è in posizione anteriore. Questo ha permesso di aggiungere spazio per due passeggeri dietro quelli anteriori e di liberare gli ingombri sul pianale per fare posto a un sistema di trazione integrale. Il propulsore è il quattro cilindri turbo di 1.750 cc dell’Alfa Romeo 4C, che grazie a un profondo lavoro di preparazione, è arrivato a sviluppare ben 350 CV di potenza massima. Il suo nuovo posizionamento nella parte frontale, ha inevitabilmente comportato la presenza di alcune modifiche al design anteriore della Giannini. Sul cofano, infatti, sono spuntate nuove prese d’aria, mentre nella parte bassa del paraurti fa bella mostra di sé un inedito splitter di generose dimensioni. Piccoli interventi estetici hanno riguardato anche la parte posteriore, dove sul diffusore sono spuntate delle nuove pinne che donano alla Giannini 350GP4 un look ancora più estremo. Nessuna informazione, per il momento, è ancora stata diramata ufficialmente per quanto riguardo le performance. Ma vista la presenza della trazione integrale, è plausibile ipotizzare uno scatto da 0 a 100 km/h migliore di quello della 350GP a trazione posteriore.

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT