Inside

Inside | Infiniti Q30S

By on agosto 11th, 2016

Non si tratta di una supercar, ne tanto meno di un bolide da centinaia di cavalli. Eppure l’Infiniti Q30 in allestimento Sport che ha messo a nostra disposizione di Centro Infiniti di Milano, che fa capo al Gruppo Fassina, è riuscita a catturare gli sguardi di tutti coloro che abbiamo incrociato nel corso della nostra Auto Experience sul Lago di Como. Il merito va tutto al suo design, nato dalla matita di Alfonso Albaisa. Un concentrato di linee morbide ma aggressive allo stesso tempo, in cui il connubio perfetto tra superfici concave e convesse crea una particolare sensazione di movimento che rende lo stile della prima compatta della Casa giapponese dinamico, moderno e fuori dagli schemi. Soprattutto in questa variante Sport, più bassa di 20 mm rispetto a una Q30 normale. La osserviamo a partire dal frontale, in cui la grande calandra centrale si fonde con la presa d’aria sottostante dando all’anteriore un aspetto ancora più minaccioso e sportivo. Accarezziamo le linee del cofano camminandole intorno ritrovando quella sportività cominciata nel frontale, anche nella fiancata, dove spiccano delle pronunciatissime minigonne che slanciano il profilo della vettura fondendosi sinuosamente con le nervature delle portiere, che seguiamo fino alla coda. Qui tutte le linee si raccordano in un posteriore alto e massiccio, sovrastato da un generoso spoiler sopra il piccolo lunotto, il tutto completato da un estrattore che raggruppa anche il doppio terminale di scarico con finitura in nero lucido. Le linee generali sono quelle che tradizionalmente si trovano su una coupé, ma riviste e adattate su una carrozzeria pensata per ospitare comodamente cinque persone.

IMG_7834

Alla conquista dell’Europa – Insomma, il lavoro svolto sullo stile di questa Q30 è stato davvero molto ricercato e profondo. Anche perché questa è l’auto con cui Infiniti cala l’asso per tentare l’attacco definitivo al mercato europeo. Nato nel 1989, il brand Infiniti è stato fin da subito dedito alla produzione di modelli espressamente pensati per il mercato americano. In Europa i primi esemplari sono arrivati a cavallo del nuovo millennio, anche se sempre tramite importatori specializzati. L’arrivo ufficiale del marchio nel Vecchio Continente porta la data del 2008. I primi modelli ad arrivare da noi sono gli stessi che venivano commercializzati negli Stati Uniti. Si trattava per lo più di suv di grandi dimensioni, inizialmente con sole motorizzazioni a benzina. Lentamente la gamma si è allargata vedendo l’arrivo di suv di dimensioni più europee e nuove berline.

IMG_7849

Prima compatta premium – Negli ultimi anni l’interesse nei confronti di Infiniti è progressivamente cresciuto. Facendo affidamento su uno stile ricercato, in grado di distinguersi subito nel traffico cittadino, i modelli del brand di lusso di casa Nissan sono riusciti a conquistare il consenso di una ristretta nicchia di automobilisti attenti allo stile e al design, alla ricerca di un’automobile esclusiva e in un certo senso fuori dagli schemi. Ora, con la nuova Q30, la clientela che Infiniti è in grado di raggiungere aumenta esponenzialmente. Con lei la Casa giapponese entra nel più agguerrito dei segmenti di mercato presenti in Europa, quello delle compatte, andando a fare diretta concorrenza alle tre premium per eccellenza: Audi A3, BMW Serie 1 e Mercedes Classe A.

IMG_7762

Partner importante – Con la Mercedes, tuttavia si tratta di una sorta di rivalità familiare. L’accordo tra Renault e Mercedes, che ha portato alla condivisione del 1.5 dCi sulla Classe A e alla nascita della Smart for four e della Twingo sulla stessa piatta forma, si è infatti esteso anche al marchio Infiniti, che ha potuto utilizzare la piattaforma Mfa della compatta della Stella, intorno alla quale ha cucito un abito di alta classe in grado di permettere alla Q30 di spiccare in mezzo alle sue dirette rivali. Questo ha dato allo stesso tempo una nuova identità alla Casa a cui appartiene, aumentandone esponenzialmente il bacino di utenza.

OK

Prodotta in Europa – L’attacco commerciale al cuore dell’Europa non è soltanto evidenziato dalla collaborazione tecnica proprio con un produttore europeo, ma anche e soprattutto dall’inaugurazione di una nuova strategia produttiva. La Q30, infatti, è la prima vettura di casa Infiniti a essere interamente realizzata in Europa, per la precisione nello stabilimento di Sunderland, nel Regno Unito, dove sono stati investite ben 250mila sterline per la messa a punto della nuova catena di montaggio e per l’aggiornamento di 4.000 profili professionali specializzati, al fine di mantenere i più alti standard qualitativi possibili.

IMG_7889

Cura per il dettaglio – Questa maniacale attenzione alla qualità trova nella Q30 la sua massima espressione. E sono i piccoli dettagli a fare la differenza, come la scelta dei materiali. All’esterno, la scelta di utilizzare un materiale cromato-satinato al posto di una più semplice plastica cromata o all’interno la cura con cui le cuciture a contrasto spiccano sui rivestimenti in Dinamica della plancia e sui sedili, un inedito materiale sviluppato in Italia e già in uso nel mondo della moda e dell’alta sartoria. L’intero abitacolo sfida il tradizionale concetto di simmetria proponendo forme più tondeggianti e dinamiche, creando una sorta di connessione con le linee esterne della carrozzeria e aumentando il senso di connessione tra l’auto e il guidatore, che ha così modo di sentirsi un tutt’uno con la vettura.

IMG_7758

Scelta di carattere – Insomma, non servono necessariamente centinaia e centinaia di cavalli per avere carattere. A volte è sufficiente indossare l’abito giusto e quello della nuova Q30 è indubbiamente ricco di personalità. Una personalità forte che tramite le linee della sua carrozzeria si trasmette a chi siede al posto di guida, che stringendo il volante tra le mani sa per certo di aver fatto la scelta giusta. Una scelta contro corrente, una scelta fatta per distinguersi e uscire dagli scemi. Con passione e con carattere.

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT