News

Porsche Panamera 2016 | Bellezza ritrovata

By on luglio 1st, 2016

Ammettiamolo, la bellezza non è mai stato uno dei punti di forza della Porsche Panamera. La prima generazione ha introdotto la Cavallina di Stoccarda nell’agguerrito mondo delle berline premium, ma se da una parte la sua qualità e le sue performance hanno conquistato tutti, l’estetica non è mai riuscita a fare breccia nel cuore di altrettanti appassionati. Ma oggi l’antifona è cambiata eccome. Con la seconda generazione la Panamera si rivoluziona a partire proprio dall’estetica, ispirandosi alla 911. Il legame con la sorella minore è molto forte soprattutto nella parte posteriore, mentre la linea del tetto è stata abbassata di 20 mm. La lunghezza, invece, è cresciuta di 34 mm, portando il totale a 5.049 mm, con un passo che raggiunge i 2.950 mm aumentando lo spazio a disposizione per i passeggeri. Tutto nuovo anche il design del frontale, che grazie alle prese d’aria di maggiori dimensioni aumenta la percezione di grinta e sportività che la Panamera è in grado di trasmettere. Molte le novità anche negli interni dove spicca il nuovo Porsche Advance Cockpit che ha eliminato buona parte dei comandi fisici sul tunnel centrale sostituendoli con superfici a sfioramento.

P16_0376_a5_rgb

Sviluppata sulla nuova piattaforma msb, la Panamera sarà inizialmente disponibile nelle varianti Turbo, 4S e 4S Diesel. La prima è alimentata da un V8 4 litri biturbo in grado di sviluppare una potenza massima di 550 CV e 770 Nm di coppia. A spingere la 4S a benzina provvede un 2.9 V6 biturbo da 440 CV e 550 Nm, mentre la 4S a gasolio adotta un V8 biturbo da 422 CV e ben 850 CV. Tutte e tre le unita sono abbinate al cambio PDK a otto rapporti e su tutte le due turbine sono montate al centro delle due bancate. Questo ha permesso di ridurre gli ingombri, abbassare il baricentro e limitare il turbolag. Con il pacchetto Sport Chrono la Turbo è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in appena 3”6 e di raggiungere i 306 km/h. Numeri impressionanti e la più estrema S deve ancora arrivare. La Panamera 4S, invece, accelera da 0 a 100 km/h in 4”2, fermando la sua corsa soltanto a 289 km/h, mentre la variante Diesel necessita di 4”3 per raggiungere i 100 km/h e raggiunge i 285 km/h di velocità massima. Esattamente come la prima generazione, anche questa nuova Panamera pone particolare attenzione al piacere di guida, che può essere ulteriormente amplificato scegliendo alcuni optional tecnici. Tra tutti spiccano le sospensioni pneumatiche adattive, le barre antirollio attive e il sistema Torque Vectoring. Mentre per i più esigenti ci sono le quattro ruote sterzanti. In vendita dal 5 novembre, la Panamera 4S sarà disponibile a un prezzo di partenza di 117.362 euro, che salgono a 121.388 per la 4S Diesel, mentre per la Turbo saranno necessari 158.354 euro. La supercar a quattro porte di casa Porsche è tornata e questa volta non ha lasciato niente al caso.

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT