News

Renault Clio RS 2016 | “Tuttoavanti” sempre più cattiva

By on luglio 14th, 2016

La Renaul Clio RS è da sempre una delle piccole trazioni anteriori sportive più prestazionali e appaganti in commercio. Fin dai tempi della mitica Williams, fino alla più recente RS 203, la tutto pepe francese ha rappresentato una delle massime espressioni della guida pura, della passione e delle prestazioni alla portata di tutti. Un’auto comune trasformata in un arma da pista. Poi è arrivato il turbo e con lui le cinque porte e il cambio automatico. La Clio RS si è trasformata in maniera molto profonda. La sua anima racing senza compromessi ha lasciato il posto a un’indole da sportiva per tutti i giorni più che da auto da corsa con le targhe. Ma nonostante questo, la hothatch d’Oltralpe continua a rappresentare una valida soluzione per tutti coloro che cercano un’auto sportiva dai costi contenuti e fruibile tutti i giorni. E oggi, con il restyling di metà carriera, la RS si fa ancora più poliedrica.

Renault_80424_global_OK

Look più moderno – Osserviamo la nuova Clio RS e ciò che più di tutto ci salta all’occhio è il rimando alla più estrema concept Clio RS 16 presentata un paio di mesi fa. Le modifiche estetiche, infatti, si limitano ai nuovi fari RS Vision con tecnologia a Led e ai fendinebbia abbinati alle luci diurne dalla forma che richiama proprio il logo della divisione Renault Sport, posizionati all’interno della grande presa d’aria anteriore. Nuova anche la grafica dei fari posteriori e il design dei cerchi in lega. Stop, le modifiche estetiche più evidenti si limitano a questi elementi. Ciò che cambia tanto rispetto al passato è l’offerta tecnica. La nuova Clio RS è disponibile in due livelli di potenza: la solita 1.6 da 200 CV e la variante Trophy con 220 CV. La più prestazionale Trophy smette quindi di essere un allestimento in serie limitata ed entra ufficialmente a listino. Per entrambe l’unico cambio disponibile resta l’EDC a doppia frizione a sei marce con paddles al volante. La RS da 200 CV può essere scelta con telaio Sport, in abbinamento ai cerchi da 17″ o nel più sportivo Cup con cerchi da 18″. I clienti che sceglieranno la Trophy, invece, potranno contare su un assetto ribassato di 20 mm all’anteriore e di 10 mm al posteriore rispetto a quello del telaio Cup. Insomma, la Clio più sportiva di tutte si è rifatta il trucco divenendo ancora più versatile e in grado di adattarsi ai desideri di un maggior numero di appassionati grazie ai suoi due livelli di potenza e i tre telai disponibili. Peccato non avere tra gli optional anche un cambio manuale e un differenziale autobloccante, sarebbe stata davvero perfetta. Però, per chi vuole vivere al massimo l’esperienza sportiva che la RS sa regalare, c’è un inedito scarico marchiato Akrapovic offerto in opzione. I prezzi per l’Italia non sono ancora stati comunicati, ma in Francia partono da 26.300 euro.

 

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT