News

Rolls Royce Cullinan | L’era dei super suv

By on maggio 14th, 2018

L’arrivo del nuovo Rolls Royce Cullinan segna ufficialmente l’apertura di un nuovo segmento di mercato, quello dei suv di lusso, fino a questo momento rappresentato unicamente dal Bentley Bentayga.

Si chiama Cullinan e non è semplicemente la prima suv mai prodotta da Rolls Royce, ma è anche la prima vettura di Goodwood ad essere dotata di trazione integrale. E non è tutto. Già, perché con lei si apre ufficialmente un nuovo segmento di mercato, quello dei suv di etra-lusso. Prima di lei, ad intraprendere non troppo timidamente la strada in questo nuovo segmento, è stata Bentley con la Bentayga e presto ne arriveranno altre. Sia Audi, sia BMW, infatti, hanno già annunciato l’arrivo di nuovi modelli che si posizioneranno un gradino sopra Q7 e X5.

Lusso prima di tutto – Mastodontica. Ecco come si potrebbe descrivere la nuova Rolls Royce Cullinan con una parola. Lunga 5,34 metri e larga 2,16 metri, ha tutta l’aria di essere il bodyguard della già imponente Phantom. Lo stile, ovviamente, riprende fedelmente il family feeling di casa Rolls Royce, ma dove la Cullinan si distingue è negli interni. Nessun’altra Rolls offre così tanto spazio. Con un passo di 3,29 metri, per i passeggeri posteriori c’è tanto spazio da fare invidia a quello di un salotto. Da record anche il vano bagagli, con una capacità di 526 litri, che diventano 600 se la si sceglie nella variante a cinque posti. Particolare, parlando di vano bagagli, la presenza del Cullinan Viewing Suite, che trasforma la sponda posteriore del vano di carico in un piccolo lounge con due poltrone e tavolino dove godersi un cocktail dopo un’escursione.

Sospensioni intelligenti – Si, abbiamo usato il termine escursione. Una parola che prima dell’arrivo della Cullinan serebbe suonata strana se associata al marchio Rolls Royce. Ma non in questo caso. La Cullinan è dotata di un sistema di trazione integrale a gestione elettronica. Questo lavora in accordo con le quattro ruote sterzanti e, soprattutto, con le sospensioni pneumatiche autolivellanti. Quando una ruota comincia a slittare, queste sono in grado di spingere verso il basso la macchina, caricando il peso su quella ruota che ha meno aderenza per aiutarla a ritrovare grip. E non è tutto. Due telecamere stereoscopiche leggono costantemente la strada davanti alla vettura, preparando così le sospensioni ad affrontare le asperità presenti qualche metro davanti alla vettura.

V12 storico – Fedele alla tradizioni, invece, il propulsore. Si tratta dello storico V12 di 6,75 litri, che sulla Rolls Royce Cullinan è capace di sviluppare 571 CV a 5.000 giri e 850 Nm già a partire da appena 1.000 giri al minuto. Abbinato a un cambio a otto rapporti di origine ZF, è in grado di spingere i 2.660 kg della Cullinan fino a una velocità massima autolimitata di 250 km/h. I consumi? Rolls Royce dichiara una media di 6,6 km/l. Pochi, ma di certo chi acquisterà la prima suv della casa inglese non si preoccuperà delle soste dal benzinaio.

TAG
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT